ITA | ENG
Contrasto: Decrease page contrast Increase page contrast
| Dimensione del testo: A A A
Telecom Italia S.p.A. Home page

Cumulo massimo agli incarichi ricoperti in altre società

Secondo le previsioni del Codice di autodisciplina della Società, non è considerato compatibile con lo svolgimento dell’incarico di amministratore di Telecom Italia l’essere amministratore o sindaco in più di cinque società, diverse da quelle soggette a direzione e coordinamento di Telecom Italia ovvero da essa controllate o a essa collegate, che siano

  • quotate ricomprese nell’indice S&P/MIB e/o
  • operanti in via prevalente nel settore finanziario nei confronti del pubblico e/o
  • che svolgano attività bancaria o assicurativa.

Ove si tratti di incarichi esecutivi in società con le caratteristiche di cui sopra, il limite è ridotto a tre. E’ peraltro facoltà del Consiglio di Amministrazione effettuare una diversa valutazione, anche discostandosi dai criteri esposti.

Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 27 febbraio 2009, ha accertato che i consiglieri attualmente in carica rispettano le regole sul cumulo massimo degli incarichi previste dal Codicedi Autodisciplina. Nel corso dell’Assemblea del 14 aprile 2008, i soci hanno autorizzato gli Amministratori al proseguimento delle attività indicate nei rispettivi curricula vitae presentati in sede di candidatura e, comunque, di svincolarli dal divieto di concorrenza per quanto occorrer possa ai sensi dell’art. 2390 c.c.