ITA | ENG
Contrasto: Decrease page contrast Increase page contrast
| Dimensione del testo: A A A
Telecom Italia S.p.A. Home page

Assemblee

Ai sensi di Statuto (art. 19), gli azionisti sono legittimati all’intervento in Assemblea quando sia pervenuta alla Società la comunicazione prevista dall’art. 2370, secondo comma, del codice civile, nel termine di due giorni precedenti la data della singola riunione.

Telecom Italia non impone il blocco delle azioni quale requisito per la partecipazione all’assemblea: ai soci è richiesto il deposito delle azioni, vale a dire di impartire istruzioni all’intermediario che tiene i relativi conti, affinché effettui la comunicazione. Da ciò non deriva alcun impedimento al successivo ritiro delle azioni, fermo restando che, in caso di ritiro, il deposito già effettuato perde efficacia al fine della legittimazione all’intervento. Eventuali richieste di preavviso per il compimento degli adempimenti di competenza, ovvero effetti di concreta indisponibilità dei titoli azionari fatti oggetto di deposito, imposti dalle prassi operative degli intermediari, non possono essere imputati alla Società.

Gli azionisti ordinari possono esercitare il diritto di voto per corrispondenza, oltre che farsi rappresentare, rilasciando apposita delega a persona fisica o giuridica.

Al fine di facilitare la raccolta di deleghe presso gli azionisti ordinari dipendenti della Società e delle sue controllate, e presso associati ad associazioni di azionisti che rispondano ai requisiti previsti dalla normativa vigente, sono messi a disposizione appositi spazi per la comunicazione e per lo svolgimento dell’attività di raccolta di deleghe.

Per permettere il regolare svolgimento dei lavori assembleari, la Società si è infine dotata fin dal 2000 di un Regolamento Assembleare, reperibile sul sito www.telecomitalia.it, canale Governance.